Spettacolo teatrale con allegate gare di pallavolo.

Molta gente ieri sera allo spettacolo teatrale “Chiuso per western” del teatro Impiria a Caselle d’Erbe.
Spettacolo all’aperto con annessa amplificazione.
Non voglio parlare dello spettacolo, del quale ne sono rimasto affascinato. Un gran lavoro. Piacevole.
Siamo arrivati a spettacolo iniziato, abbiamo preso un paio di sedie e ci siamo seduti nelle ultime file. 

Qualcosa non andava.  Non sento! eppure gli attori/cantanti sono microfonati. E allora perchè non riesco a concentrarmi sullo spettacolo, a seguirlo? Cosa ci distrae?

Un “vociare” di sottofondo alle nostre spalle. Dei fischi! Ad un certo punto anche della musica.

 Non ci avevo fatto caso al mio arrivo, ma a 10 metri da noi, erano stati allestiti due campi da pallavolo e nei campi da pallavolo si stavano disputando delle partite di pallavolo.

Durante la pausa abbiamo deciso di andarcene. Non era possibile gustarsi lo spettacolo.

Io credo che chi organizza degli eventi teatrali debba avere un minimo di buon senso nel capire che, sia gli attori sul palco, che il pubblico hanno bisogno di SILENZIO. 

 Sarei curioso di sapere se  gli attori durante lo spettacolo sono stati sconcentrati da questa situazione.

Incontro teatral-gastronomico

La compagnia teatrale della Candela Verde di Caselle d’Erbe per questa sera ha organizzato un incontro più gastronomico che teatrale.
Tutti presenti gli abitanti del villaggio di Kulyenchikev.
Novità in arrivo? Vedremo